Fondo per il clima, 130'000 firme

La consegna delle firme
keystone La consegna delle firme

“Proteggere il clima è il compito della nostra generazione”, secondo il presidente uscente dei Verdi Balthasar Glättli, citato nel comunicato con cui ecologisti e socialisti hanno annunciato la consegna alla Cancelleria federale di 130'000 firme a sostegno della loro iniziativa per la creazione di un fondo climatico.

Il testo chiede che la Confederazione crei questo fondo da usare per la transizione ecologica e lo alimenti con un versamento annuale fra lo 0,5 e l’1% del Prodotto interno lordo (da 3,5 a 7 miliardi di franchi).

Dopo l'esame di Governo e Parlamento, la chiamata alle urne avverrà verosimilmente nel corso del 2026. 

Pernottamenti,quasi 42 milioni nel 2023

Attività turistica da record lo scorso anno in Svizzera

Sono stati infatti registrati 41,8 milioni di pernottamenti: un livello mai raggiunto in precedenza, ha sottolineato oggi, giovedì, l'Ufficio federale di statistica (UST). Rispetto al 2022 a livello nazionale l'aumento è del 9,2%, una crescita che è da attribuire interamente agli ospiti stranieri.

La domanda interna invece, pur rimanendo elevata (20,8 milioni) ha invece subito un calo dell'1,1%. Solo nel 2021 e nel 2022 erano stati computati numeri più elevati, sulla scia, viste le restrizioni antipandemiche, della propensione degli svizzeri a trascorrere le loro ferie in patria. 

Ottimo anno per i vini svizzeri

Un vigneto neocastellano
keystone Un vigneto neocastellano

Grazie a temperature elevate e precipitazioni scarse in fase di maturazione, l'annata 2023 per i vini svizzeri si preannuncia eccellente. I tenori di zucchero sono superiori alla media.

Dalla vendemmia sono stati ottenuti 101 milioni di litri di vino, ovvero 2 milioni in più (+2%) rispetto al 2022 e 11 milioni in più (+12%) rispetto alla media degli ultimi 10 anni, sottolinea una nota di giovedì dell'Ufficio federale dell'agricoltura.

Nella Svizzera francese l'incremento è stato dell'1,5%, con una produzione totale di 79,5 milioni di litri, nella Svizzera tedesca l'aumento è del 4%. In Ticino e Mesolcina c'è un calo dell'1% a 4,9 milioni di litri.

In un anno 100'000 stranieri in più

2,31 milioni di persone non hanno il passaporto elvetico
keystone 2,31 milioni di persone non hanno il passaporto elvetico

Continua a crescere la popolazione straniera residente in modo permanente in Svizzera. Secondo i dati diffusi dalla Segreteria di Stato della migrazione (SEM), a fine 2023 le persone senza passaporto svizzero erano 2'313'217, con una crescita di quasi 100'000 unità.

La SAM precisa che l’anno scorso in Svizzera sono immigrate 181'553 persone; la maggioranza (71,9%) proveniente da un Paese membro dell’UE o dell’AELS.

In parallelo, 75'291 stranieri hanno lasciato la Svizzera. L’immigrazione netta è ammontata perciò a 98'851 unità, in aumento del 17,7%.

ILO, cresce l'occupazione in Svizzera

I dati sono stati presentati oggi dall'Ufficio federale di statistica
keystone I dati sono stati presentati oggi dall'Ufficio federale di statistica

In Svizzera il numero delle persone attive occupate è cresciuto su base annua del 2,2%, nell’ultimo trimestre del 2023, raggiungendo così i 5,4 milioni.

E' il dato riferito oggi, giovedì, dall’Ufficio federale di statistica (UST). Di converso il tasso di disoccupazione, in base ai parametri dell’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) è sceso dal 4,1% di un anno prima al 3,9%.

Più nel dettaglio, sempre nel 4° trimestre, erano disoccupate in Svizzera 201’000 persone: 5’000 in meno. Il tasso di disoccupazione in Svizzera risulta inferiore alla media dei paesi dell’UE che, nello stesso periodo in esame, è diminuita dal 6,1% al 5,9%.

Scuola brucia a Biere, pista dolosa

L'incendio ha causato danni importanti alla scuola
Keystone L'incendio ha causato danni importanti alla scuola

L'atto criminale è la pista privilegiata dagli inquirenti che indagano sull'incendio scoppiato mercoledì mattina in un edificio scolastico a Bière (Vaud). La polizia ha lanciato in serata un appello ad eventuali testimoni.

L'intervento provvidenziale dei pompieri - allertati dal bidello della scuola attorno alle 05.00 - ha permesso di spegnere rapidamente il rogo ed evitare che le fiamme si propagassero anche attorno agli altri edifici circostanti, ha precisato un portavoce della polizia cantonale

L'istituto scolastico, che accoglie 200 alunni di età compresa tra i 4 e i 12 anni, rimarrà chiuso sino alla fine della settimana.

OSAR contro le nuove procedure d'asilo

Il neo consigliere federale Beat Jans a Chiasso
Keystone Il neo consigliere federale Beat Jans a Chiasso

L'Organizzazione svizzera di aiuto ai rifugiati (OSAR) è contraria all'inasprimento del sistema di asilo deciso dal Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP).

Le nuove misure, presentate martedì a Chiasso dal consigliere federale Beat Jans, secondo l'OSAR violano i principi fondamentali del diritto in materia d'asilo e sono in contraddizione con la Convenzione di Ginevra relativa allo status dei rifugiati.

Una procedura d'asilo adeguata e l'accesso ad un alloggio conforme costituiscono un diritto che deve essere garantito in qualsiasi momento, a tutti, a prescindere dal tasso di successo della loro domanda, sostiene l'OSAR.

Multe per 1,7 milioni sulla Langstrasse

Un breve tratto della strada è stato chiuso al traffico di giorno, ma le auto sembrano ignorarlo
Città di Zurigo Un breve tratto della strada è stato chiuso al traffico di giorno, ma le auto sembrano ignorarlo

Sono solo 60 metri di asfalto. Ma per le casse comunali di Zurigo valgono oro. Da gennaio, in un  mese la chiusura diurna al traffico su un breve tratto della Langstrasse ha fruttato 1,7 milioni di franchi, secondo quanto reso noto dal Dicastero della sicurezza.

Il rilevatore automatico piazzato dalla polizia cittadina ha infatti emesso 17’000 multe da 100 franchi.

Il progetto "Langstrasse senza auto" è stato lanciato alla fine di settembre 2023 e prevede il divieto di circolazione per i veicoli a motore dalle 5.30 alle 22.00 sui fatali 60 metri. Di notte invece la strada della movida zurighese rimane aperta al traffico, peraltro rallentato dai numerosi passanti.