Scooterista ferito a Bioggio

Uno scooterista è rimasto ferito in un incidente della circolazione avvenuto lunedì in via ai Mulini a Bioggio.Il centauro ha perso il controllo del mezzo andando a sbandare contro la staccionata posta al lato della strada, riportando ferite giudicate serie, ma non tali da metterne in pericolo la vita.

Aumentano le donne nei legislativi

Le donne candidate ai consigli comunali ticinesi per i quali si è votato nel fine settimana erano il 32,7% del totale, quelle elette sono il 31,19%: questo uno dati statistici che emergono da questo appuntamento alle urne. Nel complesso, la rappresentanza femminile aumenta di una sessantina di unità.

In leggera crescita risulta anche l'età media degli eletti, che si aggira attorno ai 48 anni.

Ce l'hanno fatta sia i due candidati più giovani che si presentavano - Francesco Baldi a Muzzano e Naël Martini a Riviera hanno compiuto i 18 anni sabato - e pure il più anziano, il 90enne Piero Frueh a Massagno, un veterano che era fuori dalla politica da 30 anni.

Consigli comunali: chi vince, chi perde

I consigli comunali ticinesi saranno meno rossoverdi nella prossima legislatura: come già accaduto in occasione dello spoglio di domenica per i municipi, la rappresentanza di PS e (soprattutto) ecologisti esce ridimensionata da questo 14 aprile: vanno persi quasi 60 seggi, praticamente uno su sette.

Mentre la destra mette a segno un piccolo guadagno, in particolare per merito dell'UDC, e il Centro marcia quasi sul posto, anche il PLR con una trentina di poltrone in meno finisce nella colonna degli sconfitti.

Chi ne approfitta? Le numerose liste civiche, per cominciare, ma anche Avanti fra i piccoli partiti: con Ticino & Lavoro avrà una ventina di consiglieri.

A Lugano vincono UDC e Avanti

UDC (7 seggi, +2), Sinistra (9, +1) e Avanti con Ticino & Lavoro (che sale a 4) sono i vincitori delle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale di Lugano. Il Centro (9 a sua volta) marcia sul posto.

A perdere sono PLR e Lega, un seggio in meno ciascuno ma ancora le principali forze nel Legislativo, con rispettivamente 14 e 13 rappresentanti su un totale di 60.

Il risultato è negativo anche per i Verdi: da 5 a 3 poltrone. Perde infine anche Più Donne, che da 2 si ritrova con una sola rappresentante, Tamara Merlo. Non sono riusciti a fare il loro ingresso nel Legislativo né HelvEthica né il Movimento per il socialismo.

Locarno, ad Avanti un seggio verde

La composizione del Consiglio comunale di Locarno sarà quasi immutata nella prossima legislatura. Pur perdendo consensi - -2 punti percentuali - il PLR mantiene i suoi 13 seggi e la maggioranza relativa.

La Sinistra Unita in leggera progressione conferma 8 rappresentanti nel Legislativo, così come il Centro, mentre Lega e UDC restano stabili a 7.

L’unico cambiamento è così il seggio perso dai Verdi, a cui ne restano 3, che permette ad Avanti con Ticino & Lavoro di fare il suo ingresso in Consiglio comunale. Per la lista ecologista si tratta di una sconfitta che fa il paio con quella di Pierluigi Zanchi, escluso domenica dal Municipio.

Bellinzona, due seggi per Il Noce

Cambiano poco gli equilibri del Consiglio comunale di Bellinzona, dove la rappresentanza numericamente più importante resterà quella del PLR. I liberali-radicali hanno perso una poltrona rispetto al 2021, ma ne mantengono 19, 6 in più dell’Unità di sinistra che conferma le sue 13.

Dietro al Centro, 10, perde un seggio l’alleanza Lega-UDC, che si ferma a 9. Saranno presenti nel Legislativo sia l’MPS, con Matteo Pronzini e Giuseppe Sergi, che il redivivo Il Noce, con l’ex sindaco Brenno Martignoni e con Orlando Del Don.

Avanti con Ticino & Lavoro (insieme a Più Donne) ottiene due seggi. Resta fuori, invece, HelvEthica Ticino.

Abu Dhabi Secrets, aperta inchiesta

Una presunta rete di spionaggio
Imago Una presunta rete di spionaggio

Il Ministero pubblico della Confederazione sta indagando su un’azienda di Ginevra sospettata di aver compiuto, anche in Svizzera, operazioni di spionaggio per conto degli Emirati Arabi Uniti, i cosiddetti Abu Dhabi Secrets.  

Al centro delle indagini c’è il titolare di una società investigativa privata di Ginevra sospettata di aver ricevuto sei milioni di franchi dagli Emirati Arabi Uniti e aver condotto, in tutta Europa, un’operazione di spionaggio.

Tra le presunte vittime dell’operazione di spionaggio c’è anche una società di Lugano, la Lord Energy SA, al centro per mesi, come il suo titolare Hazim Nada, di una campagna denigratoria.

Incidente a Rona, morto il 18enne

E' morto il 18enne che sabato pomeriggio in sella alla sua moto si è scontrato frontalmente con un furgone sulla strada del passo dello Julier, in territorio di Rona. Le sue condizioni erano parse subito gravi.

Il giovane è deceduto domenica all’ospedale cantonale di Coira. Lo ha comunicato lunedì la polizia cantonale retica.

Il ragazzo stava viaggiando in direzione di Tiefencastel, quando attorno alle 16.15 all’altezza della località di Bovas ha invaso la corsia opposta. Sul mezzo coinvolto nell’incidente e che circolava regolarmente sulla corsia opposta si trovavano quattro cittadini polacchi che sono rimasti illesi.