Suppletive BS, si va al ballottaggio

Occorrerà attendere il 7 aprile per conoscere il successore di Beat Jans, eletto lo scorso dicembre in Consiglio federale, nell’Esecutivo di Basilea Città.

Nessuno dei candidati è infatti riuscito ad ottenere oggi, domenica, la necessaria maggioranza assoluta di 28'705 voti. Al secondo turno si affronteranno Mustafa Atici (PS), che oggi ha conseguito 24’526 voti, e Luca Urgese (PLR), con 20’725 preferenze.

In pole position vi è quindi Atici che, dopo una legislatura a Berna, e con il suo cantone che per motivi demografici ha perso un rappresentante al Nazionale, lo scorso ottobre non è stato riconfermato.

Confermati i 5 ministri uscenti

Alle elezioni cantonali svoltesi oggi a San Gallo, sono stati assegnati solo 5 dei 7 seggi dell'Esecutivo. Un ballottaggio si svolgerà il 14 aprile.

Mentre Stefan Koelliker (UDC) e Fredy Faessler (PS) non si erano ripresentati, risultano eletti al primo turno gli uscenti Susanne Hartmann (Centro), Marc Maechler (PLR), Beat Tinner (PLR), Laura Bucher (PS) e Bruno Damann (Centro).

Tra i nuovi candidati ha raccolto il maggior numero di preferenze Dana Zemp (UDC, 58’653), seguita da Christof Hartmann (UDC, 58’059), Bettina Surber (PS, 48’457), Daniel Bosshard (Verdi, 45’587), l’indipendente Sarah Boesch (39’522) e Sarah Noger-Engeler (PVL, 38’959).

Uri, Céline Huber nel Governo cantonale

Dopo 4 anni di assenza, una donna torna a far parte del Governo del canton Uri: si tratta della granconsigliera del Centro Céline Huber. Eletti sono anche 4 dei 5 consiglieri di Stato uscenti.

Occorrerà comunque un ballottaggio per determinare la composizione dell’Esecutivo, che conta 7 membri.

Huber ha raccolto 8’158 preferenze. Tra i riconfermati il risultato migliore l’ha ottenuto Urs Janett (PLR, 9’768), seguito da Christian Arnold (UDC, 9’730), Urban Camenzind (Centro, 7’555) e Daniel Furrer (Centro, 7’487). Non è ancora chiara la sorte del quinto uscente, il PS Dimitri Moretti, che con 6’140 suffragi non ha raggiunto la maggioranza assoluta di 6’966.

Svitto, rinnovo Governo senza sorprese

I 7 seggi del Governo di Svitto restano interamente in mano borghese: tutti i consiglieri di Stato uscenti - 3 dell’UDC, 2 del PLR e 2 del Centro - sono stati infatti riconfermati oggi alle urne.

Damian Meier (PLR) ha conseguito 38’103 voti, seguito da André Ruegsegger (UDC, 37’989), Petra Steimen-Rickenbacher (PLR, 37’698), Herbert Huwiler (UDC, 37’183) Sandro Patierno (Centro, 36’295), Michael Staehli (Centro, 36’217) e Xaver Schuler (UDC, 36’026).

Non hanno avuto alcuna possibilità l’agricoltore 62enne senza partito Peter Abegg (17’880 voti) e il 33enne socialista Jonathan Prelicz (17’253), attuale presidente del Gran Consiglio.

Negoziati per la tregua e nuovi scontri

Guerra Israele-Hamas
Keystone Guerra Israele-Hamas

Sono ripresi domenica al Cairo i negoziati per una tregua tra Israele e Hamas durante il Ramadan, mentre la Striscia di Gaza, minacciata di fame secondo l'ONU, è stata colpita da nuovi bombardamenti israeliani.

La proposta di pace, che include una pausa nei combattimenti e uno scambio di ostaggi e prigionieri, viene discussa alla luce degli eventi recenti. Israele ha annunciato sabato un'operazione imminente su larga scala a Rafah, sollevando preoccupazioni per la sicurezza dei civili palestinesi.

Domenica, un attacco a un camion di aiuti ha causato diverse vittime, confermate dalla Mezzaluna Rossa palestinese.

Valanghe in Valle d'Aosta

Le intense nevicate in Valle d'Aosta hanno causato allerte valanghe, isolando oltre 6'000 persone.

Nella valle del Lys e nel comune di Cogne, situati rispettivamente ai piedi del Monte Rosa e nell'area del Gran Paradiso, valanghe e chiusure stradali hanno bloccato l'accesso, lasciando circa 4'500 persone isolate nella valle del Lys e quasi 2'000 a Cogne.

Le autorità hanno chiuso le strade per precauzione, con la sicurezza di cittadini e turisti come priorità. Aggiornamenti sulla riapertura delle strade sono previsti per lunedì, mentre le squadre di emergenza monitorano la situazione e sono pronte a intervenire.

Valanga su una galleria isola l'alta valle di Gressoney
ANSA Valanga su una galleria isola l'alta valle di Gressoney

Iran, conservatori verso la vittoria

Elettori iraniani alle urne
Keystone Elettori iraniani alle urne

Le elezioni parlamentari in Iran segnano un probabile rafforzamento dei conservatori, secondo i risultati parziali dello spoglio. Il voto di venerdì ha visto un'astensione senza precedenti.

Solo il 41% dei 61 milioni di aventi diritto ha partecipato alle urne, in un paese di 85 milioni di abitanti. Questo evento, che determinerà la composizione del parlamento e l'Assemblea degli esperti, ha coinvolto circa 25 milioni di elettori.

I conteggi continuano, in attesa che il ministero dell'Interno annunci i risultati definitivi. La bassa affluenza riflette un crescente disincanto verso il processo elettorale.

Incendio domestico a Bellinzona

Un incendio è scoppiato domenica sera in un'abitazione di via Cima dell'Uomo a Bellinzona. Attorno alle 18:30, i pompieri sono intervenuti prontamente, domando le fiamme prima che potessero danneggiare ulteriormente la struttura.

Una persona, presente nell'appartamento al momento del rogo, è stata soccorsa dalla Croce Verde per potenziale inalazione di fumo. La Polizia è al lavoro per accertare le cause dell'incidente, ancora ignote.

L'azione rapida e coordinata dei soccorritori ha impedito che l'incendio si estendesse, proteggendo l'integrità dell'edificio e la sicurezza dei residenti.